La calda Natura della Cannella

Regina del Calore, considerata pianta divina fin dall'antichità, ci inebria del suo profumo, ci accompagna nelle serate più fredde d'inverno creando atmosfere Magiche ed Afrodisiache!

Cannella, spezia regina del calore, racchiude in sé l’energia del sole di Ceylon (Sri Lanka) che si sprigiona in queste sere fredde d’inverno da una tazza di vino caldo. Non c’è cucina dove non sia riposta una manciata di cannella o i bastoncini di corteccia aromatica tanto profumati da essere utilizzati a scopo ornamentale in vari orpelli natalizi.

Cinnamomum zeylanicum

Il nome cinnamomo deriva dall’arabokinnamon” che significa profumo, mentre cannella deriva dal latinocanna” per la forma che aveva questa spezia quando giungeva dai paesi d’origine. La spezia è costituita dalla corteccia secca dell’albero Cinnamomum zeylanicum.

cannella
L’olio di cinnamomo come estrazione utilizzata fin dall’antichità.

Consacrata al sole la si considerava pianta divina al pari dell’incenso, della mirra e altri aromi rituali. La cannella fu usata come profumo fin dai tempi del Vecchio Testamento, Mosè l’usava come ingrediente nell’olio per la consacrazione, nel tabernacolo. Il cinnamomo, come veniva chiamata in antichità, venne adottato anche a Roma dove l’imperatore Vespasiano ne portò delle corone per adornare i templi sul Campidoglio.

La Cannella e le sue origini

La cannella è originaria dalla Sri Lanka e si è diffusa poi in altri paesi dando origine a differenziazioni di specie. Si trova oggi in India, Madagascar, Birmania, Giamaica, Africa. La migliore qualità resta sempre quella dell’isola di Ceylon. Nell’isola di Ceylon la cannella cresce rigogliosa ed al tempo della sua scoperta da parte dei portoghesi veniva utilizzata dagli indigeni come una sorta di “droga” da fumare o per preparare oli profumati. E non solo, infatti, sarà anche considerata come “specie aromatica di lusso” da offrire nei templi durante le grandi feste religiose.

cannella

La Cannella dall’albero alla tavola

cannella
La corteccia pronta viene tolta dall’albero di cannella e fatta seccare.

Si presenta in sottili stecche giallo-brune, chiare e arrotolate su se stesse. L’albero è un sempreverde con foglie profumate e fiori gialli. Il taglio dei rametti avviene alla fine del terzo anno di età e dopo questo raccolto si attende altri tre anni prima di procedere al taglio successivo. Il taglio è effettuato durante il periodo delle piogge, poiché in tale stagione la separazione della corteccia dal fusto avviene più agevolmente.

La cannella offre un olio essenziale di natura calda, yang scarsamente volatile marcatamente di base, che ha proprietà digestive, stimolanti, ma anche antibatteriche e antimicotiche. Ottimo da usare nelle giornate fredde proprio perché emana calore e quindi da massaggiare o diffondere nell’ambiente. Il suo aroma speziato crea atmosfere afrodisiache, avvolgenti e coinvolgenti dove trova rifugio chi desidera essere cullato e protetto.

E’ preferibile acquistarla in bastoncini, sia per evitare contraffazioni che per mantenere il suo aroma. La polvere perde il profumo molto in fretta.

Condividilo!

Entra a far parte della #BSfamily!

Non perderti le ultime novità dal Mondo dei Rimedi Naturali, uno Sconto Esclusivo e le Offerte in Anteprima! Iscriviti subito alla nostra Newsletter!

SCRIVIMI QUALE ARGOMENTO TI INTERESSA...

“Tutte le cose sono belle in sé e più belle ancora diventano quando l’uomo le apprende. La conoscenza è vita con le ali”
Khalil Gibrain
“Tutte le cose sono belle in sé e più belle ancora diventano quando l’uomo le apprende. La conoscenza è vita con le ali”
Khalil Gibrain